IL COMMISSARIO DICE NO

IL COMMISSARIO DICE NO

Di seguito il testo integrale della risposta, ricevuta dal Commissario Straordinario del Comune, relativamente al nostro esposto:

Con riferimento all’esposto in oggetto, con il quale viene richiesta a questa gestione commissariale l’adozione di provvedimento contingibile ed urgente ai sensi dell’art. 50, comma 5, del D.Lgs. 267/2000 nei confronti della locale U.O. Malattie Infettive dell’Ospedale di Legnano, si rappresenta quanto segue.

Il citato art. 50, comma 5, attribuisce al Sindaco (e, dunque, anche al Commissario straordinario che ne assume i poteri) la competenza ad adottare il provvedimento di cui sopra "in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale".

Appare di tutta evidenza che tale presupposto non ricorre in questa fase di
emergenza sanitaria, la quale ha assunto un livello, per quanto qui interessa, nazionale.

E’ peraltro lo stesso art. 3, comma 2, del D.L. 23/2/2020, invocato nell’istanza che si riscontra, che prevede l’adozione delle misure urgenti previste dall’art. 32 della legge 23/12/1978 n. 833 anche da parte del Sindaco (comma 3) solamente "Nelle more dell'adozione dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri".

L’intervenuta adozione di detti Decreti da parte del Presidente Consiglio dei Ministri ha pertanto sottratto ogni competenza all’Autorità locale nella materia de qua, rendendo ogni eventuale intervento, oltre che illegittimo, anche foriero di interferenze nella delicata gestione unitaria delle misure ed attività sanitarie emergenziali.

Si resta comunque a disposizione per ogni eventuale ulteriore chiarimento.

Cordiali saluti.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.